Turismo e Web Mobile: amore a prima vista!

mobile turismo

Nel corso della mia luna di miele appena trascorsa negli Stati Uniti, durante la quale ho toccato come tappe Miami, Las Vegas, San Francisco e New York, mi sono accorto di una cosa: “Gli americani hanno tutti un Iphone!“.

Ovunque io andassi, in strada, al ristorante, nei negozi e via dicendo, saltava all’occhio la moltitudine di persone intente a smanettare o navigare sul web con il gioiellino della Apple.

I numeri e la logica dicono che nell’arco di breve tempo questa diffusione si verificherà anche in Italia ed in tutti i paesi evoluti, dove se è vero che oggi la maggior parte dei navigatori web è composta da utenti che si collegano da casa o dall’ufficio con pc e notebook, bisogna però registrare  l’aumento costante di navigatori collegati alla rete tramite smartphone (come l’Iphone appunto), grazie a connessioni umts offerte dai vari operatori mobile.

Il motivo di questa rivoluzione socio-tecnologica è da attribuire a mio avviso a 4 fattori principali:

1) L’avvento dell’Iphone, il primo cellulare che ha reso possibile navigare sui siti web in maniera comoda ed intuitiva (ricordo la terribile navigazione con il mio Nokia N70 non più di 3 anni fa, da suicidio!) .

2) L’abbassamento delle tariffe mobile, le cui flat ora costano mediamente dai 12 ai 30 euro mensili, a seconda del gestore.

3) La nascita dei social network! Da quando sono nati Facebook e Twitter gli utenti trascorrono molto più tempo sul web, avvertendo il bisogno di essere sempre connessi alla rete, 24 ore su 24.

4) La diffusione delle reti wireless aperte, presenti in maniera sempre più diffusa in luoghi pubblici ed esercizi commerciali (soprattutto negli states, vedi Starbucks).

Diffusione del mobile: Numeri e statistiche

- Alla fine del 2008 sono stati registrati 4 miliardi di contratti telefonici cellulari - Fonte United Nations International Telecommunications Union. Riuscite a capire? ci sono più cellulari che pc sulla terra!

- Un recente studio condotto dalla Nielsen, evidenzia che durante il 2008,  9.2 milioni di americani hanno acquistato beni o servizi con i loro cellulari.

Per quanto riguarda nello specifico il settore turistico:

- Uno studio condotto da PhoCusWright, prevede che le prenotazioni effettuate in ambito mobile entro il 2010 raggiungeranno i 160 milioni di dollari. Attualmente il 67% dei turisti ed il 77% dei viaggiatori d’affari con connessione internet mobile, ha già utilizzato il proprio smartphone per trovare alberghi, o informazioni su località turistiche.

- Un sondaggio della Harris Interactive, condotto fra aprile-maggio 2009, mostra che il 71% degli adulti statunitensi si sente al sicuro durante l’acquisto effettuato via web con cellulare, mentre il 43% degli intervistati sostiene che in futuro acquisterà sicuramente camere d’albergo o biglietti aerei via cellullare.

- Infine secondo lo studio “A large scale study of European mobile search behaviour”, il 60,4% delle ricerche effettuate su google mobile riguarda query transizionali, ovvero quando la ricerca di un sito è finalizzata ad un’ulteriore azione, come un acquisto o una prenotazione. Se consideriamo che fra gli utenti desktop la percentuale delle query transizionali è del 9%, si capisce come gli utenti mobile siano molto più intenzionati all’acquisto di beni e servizi.

Applicazioni e progetti turistici in ambito Mobile

Le statistiche precedenti dimostrano insomma come il mercato turistico mobile sia già maturo, con milioni di potenziali clienti predisposti all’acquisto di viaggi e vacanze tramite telefono cellulare.

A testimoniare l’importanza di questo trend, nell’arco degli ultimi mesi, sono nati molti progetti realizzati da OTA, grandi catene alberghiere e compagnie aeree, tutti dedicati al settore mobile, dove spiccano soprattutto le applicazioni create appositamente per Iphone.

Le catene Hilton e Radisson per esempio, hanno realizzato da poco una versione dedicata agli utenti mobile dei loro siti web, per consentire l’accesso al sistema di prenotazioni e disponibilità.

Four Season ha invece creato un’applicazione specifica per ipod ed iphone disponibile su Apple Store, chiamata “Four Seasons Hotels and Resorts”, che consente agli utenti di controllare la disponibilità delle camere, effettuare prenotazioni, consultare le offerte speciali in corso e verificare addirittura i trattamenti nelle spa.

Sempre per iPhone sono state realizzate un’infinità di applicazioni legate al turismo, fra cui le più interessanti:

- NileGuide To Go: Versione mobile del sito www.nileguide.com, grazie al quale è possibile organizzare il proprio itinerario di viaggio per oltre 150 destinazioni nel mondo.

- Tripwolf: Altra versione mobile del sito www.tripwolf.com, che racchiude guide turistiche e consigli per trovare musei, ristoranti ed alberghi in tutto il mondo. Funziona anche offline, senza una connessione attiva.

- Flight Tracker: Applicazione utile per controllare orari, gates ed eventuali ritardi dei voli delle compagniee aeree, andando a prelevare i dati direttamente dai database ufficiali.

- Lonely Planet: La famosa casa editrice è solo una delle tante presenti su Apple Store (ci sono anche Michelin, Frommer’s, etc…) ad aver pubblicato le sue guide cartacee in versione mobile.

- Google Earth: Versione mobile del famosissimo software Google, che consente di visitare in ambiente 3D l’intero pianeta, fornendo punti sensibili come alberghi, ristoranti, musei, etc.

Nasce il primo Mobile Commerce Turistico

Da segnalare inoltre la nascita del primo mobile commerce italiano in ambito turistico, ovvero smsHotels, progetto realizzato dalla HermesHotels, socia del consorzio Movincom, che permetterà la prenotazione alberghiera via sms/mobile attraverso cellulari TIM a partire dal 2010 (immagino che l’accordo si estenderà successivamente anche agli altri operatori).

Telecom integrerà nelle nuove Sim card un’applicazione specifica grazie alla quale sarà possibile effettuare prenotazioni alberghiere grazie ad smsHotels, oppure acquistare biglietti validi sulle reti di trasporto urbano e ferroviario, i ticket per i parcheggi e per gli impianti di risalita delle stazioni sciistiche, ed infine i biglietti per il teatro.

Per darvi un’idea di come sia alta l’attenzione verso il mondo mobile, vi informo che SmsHotels è stato eletto vincitore della Menzione di Merito del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a Giugno 2009, per l’Innovazione del progetto.

Turismo Mobile: I vantaggi per gli albergatori

Come era lecito aspettarsi, i grandi gruppi sono stati i primi ad accorgersi di questo nuovo trend del mercato e a sviluppare le adeguate proposte, ma è ora che anche i piccoli e medi albergatori comincino a sfruttare il settore mobile.

Realizzare un sito web per un albergo, ottimizzato per l’ambito mobile costa pochissimo, si parte da un minimo di 300 per un sito web di 3/4 pagine, fino ad un massimo di 700 Euro per uno di 10/12 pagine.

In funzione di una cifra così bassa, i vantaggi di avere anche un sito web per cellulari, oltre al sito web classico, sono molteplici:

1) Il sito web mobile sarà più leggero, quindi anche con una connessione umts lenta la navigazione sarà più veloce, con tempi d’attesa brevissimi.

2) Il sito web mobile non avrà elementi in flash, linguaggio attualmente non supportato su Iphone, che quindi ove presente ne pregiudica la navigazione.

3) Il sito web mobile avrà una risoluzione grafica adatta agli schermi dei cellulari (320 X 480 pixel), rendendo più comoda e gradevole la navigazione.

4) Avere un sito web ottimizzato per smartphone migliora il Web Marketing dell’albergo, poichè consente di essere al vertice nel ranking di Google per la ricerca mobile.

Quest’ultimo punto è a mio avviso il più importante di tutti, poichè le ricerche effettuate su google mobile tramite smartphone, stanno aumentando vertiginosamente giorno dopo giorno, quindi essere nelle prime posizioni anche per la ricerca su cellulari significa avere un’enorme visibilità!

Google e l’algoritmo per la ricerca mobile

Google ha effettuato da molto tempo una versione mobile del suo motore di ricerca, più leggero e performante, che si basa sull’algoritmo “Mobile Search Quality Score”, il quale predilige i siti web realizzati appositamente per smartphone.

Fra le caratteristiche principali dell’algoritmo (in cui non mi addentro per non spaventare i meno avvezzi), è prevista l’assegnazione di un punteggio ad ogni sito web secondo il Displayability Score, cioè secondo le caratteristiche di visualizzazione del sito su dispositivi mobile (codice validato, dimensione della pagina e degli elementi che la compongono, etc.).

Per dirla in parole poverissime si potrebbe affermare che più un sito web si vede bene sugli smartphone e maggiore sarà il voto attribuito da google, che lo porterà nelle prime posizioni del suo ranking.

Conclusione

Lo scenario è ben delineato all’orizzonte, il turismo ha trovato nel mobile un nuovo alleato, in grado di avvicinare ulteriormente domanda ed offerta, quindi per evitare di farsi trovare impreparati, consiglio a tutti gli albergatori di rivolgersi alla propria Web Agency per farsi realizzare un sito web mobile, oppure rivolgetevi direttamente a noi di Turismo&Consigli, saremo felici di inviarvi la nostra proposta commerciale.

Approfondimenti

Per chi volesse approfondire i dettagli sull’algoritmo di Google segnalo questa interessantissima slide presentata da Fortunecat durante l’ultimo Convegno GT:

  • Carlo Buccino

    Ciao Enrico, è la prima volta che lascio un commento sul tuo blog, per cui ne approfitto per farti i miei complimenti! Devo dire che anche io ho riscontrato un netto aumento di navigatori mobile, io stesso ho una connessione flat per il mio blackberry storm, e la stessa cosa vale anche per molti miei amici e colleghi. Mi ha stupito l’algoritmo di Google Mobile di cui ignoravo l’esistenza, io pensavo che i risultati fossero gli stessi indifferentemente se si usa Google con cellulare o pc, ma giustamente non può essere così per le motivazioni che hai spiegato. Sarebbe interessante verificare attualmente quanti sono in percentuale gli alberghi ad avere un siti in versione mobile, io credo neanche il 2%, ma forse è presto.

  • http://www.robertamilano.com Roberta Milano

    bellissimo e documentato articolo!

  • http://www.icturismo.ning.com Alex Kornfeind

    Idem come sopra per quanto postato da Roberta

    Qui un contributo http://ow.ly/KNMz

    alex k.

  • Pingback: Touch Point, Social Network, Mobile e ricerca di un Hotel — Mille Ottani Corporate Blog()

  • Pingback: Google Click To Call | Funzione telefonica negli annunci Adwords Mobile |()

  • http://ilastminute.mobi marco

    salve, suggerisco per i frequent flyer in possesso di iPhone o Nokia o Samsung questa splendida applicazione che si chiama ” iCheckin” per iPhone e iPod Touch che raccoglie la maggiorparte delle comapgnie aeree e permette il check-in direttamente dal proprio cellulare>> maggiori info:
    homepage: http://www.ilastminute.mobi
    link su itunes: http://itunes.apple.com/WebObjects/MZStore.woa/wa/viewSoftware?id=349866354&mt=8