I turisti usano i social media o no per pianificare una vacanza?

statistiche-turismo-social-media

Uno studio condotto da World Travel Market e presentato ieri per il lancio del loro evento annuale, che si tiene a Londra dall’8 all’11 novembre, evidenzia dati interessanti sui pro e i contro dei social media in ambito turistico.

La ricerca effettuata su un campione di circa 1000 residenti in Inghilterra che hanno prenotato una vacanza durante il 2010, ha rilevato che solo il 33% ha consultato in qualche modo un social media durante la pianificazione del proprio viaggio.

Alternativamente, il 64% non ha usato alcun social media – includendo TripAdvisor, Facebook, Twitter, blogs ecc. – in nessun modo.

Eccettuando gli utenti che fanno un uso smodato dei socail media, le piattaforme più visitate sono TripAdvisor (66%), Facebook (34%), YouTube (20%) e Twitter (17%).

Grafico sull'utilizzo dei social media in ambito turistico

Le chat room e i forum attraggono circa il 28% degli utenti dei social media, mentre i travel blog solo il 9%.

Per quelli che celebrano le virtù dei social media come diretta influenza sulle decisioni di viaggio, le statistiche sono piuttosto basse.

Ad esempio, il 42% ha confermato la propria scelta originale dopo aver visitato un social media, nonostante il potere di TripAdvisor sia dimostrato da un 35% di utenti che hanno cambiato l’hotel dopo aver dato un’occhiata su popolare portale di recensioni.

Ecco gli altri dettagli riguardanti il viaggio:

  • 15% ha cambiato compagnia aerea.
  • 15% ha cambiato resort.
  • 15% ha cambiato agenzia o operatore turistico.
  • 12% ha deciso di visitare un paese diverso.

Impatto dei social media sulla scelta degli utenti

Complessivamente, quasi metà degli intervistati, pari al 48% ha affermato di non volere usare i social media per pianificare un viaggio. Un quarto del campione ha detto che vorrebbe, il resto è indeciso.

Da questi dati possiamo trarre queste considerazioni:

  • al momento solo un utente su tre usa social media per progettare la propria vacanza
  • tripadvisor influenza maggiormente la scelta degli utenti rispetto a facebook e twitter
  • i social media influenzano pocchissimo l’utente sulla scelta relativa a compagnie aeree, agenzie di viaggio ed operatori turistici (meno del 5%).

Se conoscete l’inglese vi consiglio di leggere interamente il report, che oltre ad affrontare l’aspetto social media, evidenzia l’importanza di pianificare una strategia di marketing rivolta ai nuovi mercati emergenti come Russia, India, Brasile e China.

Il report completo in pdf è scaricabile a questo indirizzo: WTM2010 Industry Report

E voi venite influenzati dai social media per la pianificazione delle vostre vacanze? Dite la vostra lasciando un commento!

3 Comments

  • Giuseppe scrive:

    Cacchio Mi aspettavodi piu':) come percentuale intendo, direi anche questo però, il campione di riferimento come tempo di utilizzo e frequenza è indietro rispetto a noi Italiani, porterà meno incoming dall’estero ma sulla persuasione, in Italia relativamente a F.B, penso sia piu’ alta… mi sono approcciato da poco alla promo\social2 :) stiamo un po’ a vedere vi saprò dire, Enrico mi congratulo con la tua contestuale pertinenza, argomento giusto al momento giusto, Grazie per l’attenzione e buon lavoro.

    Pizzicato EcO b&b su F.B.

  • Ciao Giuseppe! Come dici giustamente il campione non è poi così ampio e riguarda il solo Regno Unito. Sono sicuro che questi dati in futuro subiranno delle variazioni, i social media stanno acquistando sempre più importanza e influenzeranno sempre più le decisioni degli utenti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>