Costituito il Ministero per il Turismo – Comunicato stampa

 

Riportiamo il comunicato stampa di Federalberghi dell’8 maggio 2009, data storica in cui finalmente prende vita il tanto richiesto Ministero del Turismo in Italia.

“La costituzione del Ministero del Turismo rappresenta per me e per tutti i nostri associati un risultato davvero storico, che corona con successo una battaglia che ho condotto con decisione da oltre dieci anni”. È il commento di Bernabò Bocca, Vice Presidente Vicario di Confcommercio e Presidente di Federalberghi e di Confturismo alla notizia del varo da parte del Consiglio dei Ministri del Dicastero.

“Da sempre ho ritenuto -prosegue Bocca- che un Paese turistico come l’Italia, che occupa quasi il 15% della forza lavoro e raccoglie annualmente 140 miliardi di Euro di giro d’affari, dovesse dotarsi di una struttura centralizzata, in grado di orientare con lungimiranza una politica del settore. “Ora che il Dicastero è stato costituito ed affidato all’Onorevole Michela Vittoria Brambilla, -aggiunge Bocca- Presidente nazionale dei Giovani di Confcommercio fino al 2008, con la quale in questo anno abbiamo gettato le basi per un vero rilancio del settore, confido che con il supporto del Presidente del Consiglio si riesca con urgenza a varare iniziative che rilancino il settore, sostenute da adeguate risorse.

“Per il quarto mese consecutivo, infatti, -evidenzia Bocca- il nostro monitoraggio continuo settoriale (l’indagine è stata svolta dal 4 all’8 maggio, intervistando con metodologia internet 985 imprese ricettive, equamente distribuite sull’intero territorio nazionale e rappresentative per classificazione di stelle) evidenzia un segno meno, che ad aprile fa registrare un -3% nei pernottamenti alberghieri ed un -6,5% di occupati (di cui -8% a tempo indeterminato e -4% a tempo determinato), dopo il -7% di presenze (ed il -4,5% di occupati) del mese di gennaio, il -10% di presenze (ed il -6% di occupati) del mese di febbraio ed il -14,6% di presenze (ed il -8,6% di occupati) del mese di marzo. “Segno che la crisi morde e morde ancora fortemente -stigmatizza il Vice Presidente Vicario di Confcommercio e Presidente di Federalberghi e Confturismo- e le misure finora approntate, pur forse appropriate per salvaguardare la finanza e l’industria, non hanno ancora fatto calare i propri effetti sull’economia reale di massa.

“Attendiamo dunque fiduciosi -conclude Bocca- che il Ministro Brambilla, sedendo nel Consiglio dei Ministri, porti la voce del settore alla attenzione dell’Esecutivo, al fine di poter vedere l’approvazione di provvedimenti divenuti impellenti per le 270
mila imprese
che costituiscono l’ossatura turistica nazionale”.

Fonte: Federalberghi

Chi lavora nell’ambito turistico non può non essere felice di questa notizia, che dona speranza a tutto il settore turistico italiano, da tempo bisognoso di supporto ed assistenza da parte del nostro governo. Attendiamo con fiducia i primi interventi del Ministero, e siamo curiosi di conoscere la strategia che verrà messa in atto per rilanciare l’Italia al vertice, fra le mete turistiche mondiali.

“Ti è piaciuto questo articolo? Allora cosa aspetti? Iscriviti al nostro feed rss per essere sempre aggiornato sui contenuti pubblicati nel blog Turismo&Consigli. Non sai cos’è un feed? Clicca qui per saperne di più