Promuovere al meglio un hotel su Facebook!

promuovere-hotel-facebook

In un precedente post dal titolo “Promuovere un hotel su Facebook e Twitter: meglio esserci o starne alla larga?“, sollecitato da molti albergatori che mi scrivevano esprimendo dubbi o perplessità di ogni sorta, ho chiarito alcuni aspetti riguardo l’utilizzo dei social network in ambito turistico.

Oggi facciamo un ulteriore passo avanti, focalizzando la nostra attenzione su Facebook, per definire quale sia la strategia migliore per utilizzare questo canale.

Gli errori più comuni

Molti albergatori spinti dalla curiosità o semplicemente dalla “moda del momento“, creano una fan page per il proprio hotel senza avere un piano strategico, ottenendo così risultati negativi e perdendo solo del tempo prezioso.

La maggior parte delle pagine facebook è gestita in maniera pessima e gli errori commessi dagli albergatori sono sempre gli stessi:

  • presentazione dell’hotel poco accattivante
  • argomenti di scarso interesse per gli utenti ed utilizzo di un linguaggio troppo impostato
  • frequenza degli aggiornamenti di status inesistente
  • scarsa interazione con gli utenti, che spesso non hanno un interlocutore con cui dialogare
  • offerte pubblicizzate in maniera troppo eccessiva e ridondante

Come dicevo lo scorso anno durante il mio intervento alla BTO, “utilizzate i social network solo se avete veramente qualcosa d’interessante da dire, altrimenti lasciate perdere!

Ora che ho ribadito questo concetto, per spiegare concretamente come sviluppare al meglio la presenza di una struttura ricettiva su Facebook, utilizzerò un interessante case history relativo ad un mio cliente, il Relais Hotelito Lupaia.

Badate bene, l’intenzione non è quella di farmi pubblicità, ma una volta tanto invece di prendere casi studio di grandi hotel, oppure di catene alberghiere dall’altra parte dell’oceano, voglio citare il caso di una piccolissima struttura ricettiva come tante altre in Italia.

Facebook Fan Page Professionale

pagina-facebook-personalizzata

pagina facebook personalizzata

Creare una facebook fan page per il proprio hotel è molto semplice, ci sono moltissime guide sul web che spiegano come fare, ma se si vuole ottenere un risultato di livello superiore, colpire l’attenzione ed aumentare l’interazione con gli utenti, è necessario fare qualcosa di più sia a livello grafico che contenutistico.

Per l’Hotelito Lupaia abbiamo innanzitutto realizzato una facebook fan page professionale, la cui immagine principale sfrutta al massimo le dimensioni consentite da Facebook, che sono di 200 pixel di larghezza per 600 pixel di altezza.

All’interno di tale immagine abbiamo inserito oltre al nome dell’hotel, il logo, un paio di belle immagini, ed i contatti bene in evidenza.

Per personalizzare ulteriormente la pagina fan abbiamo realizzato due tab customizzate in linguaggio html, una di benvenuto chiamata “Welcome” e l’altra dedicata agli eventi nelle aree limitrofe.

La welcome tab è la pagina di atterraggio (cioè la prima pagina che l’utente vede al posto della tab bacheca impostata di default), all’interno della quale è presente un messaggio che invita gli utenti a diventare fan, per rimanere sempre in contatto con il Relais, ma soprattutto per avere la possibilità di visualizzare l’offerta esclusiva riservata solo a coloro che hanno cliccato sul pulsante mi piace.

Tale funzione consente di veicolare un contenunto specifico solo all’utente fan, ed è quindi un chiaro invito all’azione, “diventa fan oppure non avrai accesso a dei contenuti speciali.

Integrazione di Facebook nel sito dell’Hotel

Dopo aver realizzato la facebook fan page ed aver sviluppato dei contenuti accattivanti, la nostra strategia social ha previsto l’integrazione di facebook sul sito web ufficiale.

A differenza di molti siti di hotel in cui è presente una microscopica icone di facebook, sul sito dell’Hotelito Lupaia abbiamo deciso di inserire proprio il pulsante mi piace, prelevando il codice di collegamento direttamente dall’area developer di facebook.

pulsante-mi-piace-facebook

pulsante “mi piace” di facebook

La scelta di tale pulsante fra i tanti che facebook mette a disposizione, nonchè la posizione molto visibile in cui è stato collocato, non è affatto casuale, ma ragionata in base a statistiche di settore, che indicano questa soluzione per ottenere una maggiore interazione da parte degli utenti, e di conseguenza un sensibile aumento dei fan.

Per confermare i vantaggi del pulsante mi piace riporto questa interessante presentazione di Daniele Ghidoli, un vero esperto in materia:

Invio Newsletter informativa

Dopo aver integrato sul sito il pulsante mi piace, abbiamo realizzato una newsletter in html, per informare tutto il database clienti dell’Hotelito Lupaia, della creazione di una facebook fan page ufficiale.

Tale newsletter ha avuto un duplice intento:

  • l’invito a cliccare sul pulsante mi piace per rimanere aggiornati su news, eventi ed offerte
  • l’invito a lasciare un commento sulla bacheca a proposito del soggiorno trascorso

La newsletter ha generato ottimi risulati, facendo registrare un aumento di fan del 30% ed una maggiore interazione con gli utenti che hanno scritto messaggi in bacheca e caricato foto scattate durante la loro permanenza alla Lupaia.

Tiriamo le somme

Il risultato di questa strategia ha superato le aspettative, ed in soli due mesi la fan page dell’Hotelito Lupaia ha generato oltre 500 fan, con un trend in costante crescita che entro fine dicembre dovrebbe far superare i 1000 fan.

Anche la reputazione della Lupaia ha ottenuto dei benefici, poichè molti utenti hanno lasciato commenti positivi sulla bellezza della struttura e sull’ospitalità ricevuta.

L’aspetto reputazione è importantissimo, poichè le recensioni in questo ambito sono effettuate da utenti con nome, cognome e foto, quindi rispetto alle recensioni presenti su tripadvisor (dove regna l’anonimato totale) sono assai più autentiche e di valore.

D’altronde voi dareste più credito ad una recensione scritta su tripadvisor da una persona che non conoscete, o del quale non si può conoscere l’identità? Oppure a quella scritta tramite Facebook da una persona reale?

Ormai è un fatto! I social network influenzano pesantemente il processo di acquisto, soprattutto in ambito turistico.

reputazione-facebook

Recensioni degli utenti, un vantaggio per la reputazione!

Queste recensioni hanno innescato in maniera del tutto spontanea un effetto passaparola, che ha generato a sua volta un sensibile aumento di fan, nonchè delle vere e proprie prenotazioni, come potete vedere nell’immagine successiva.

prenotazioni-tramite-facebook

prenotazioni generate tramite la facebook fan page

Come se non bastasse tutto ciò, facebook ha portato anche un incremento di visite al sito ufficiale, attestandosi come la seconda sorgente di traffico subito dopo google.

Questo dato dimostra che il “destino del web” non è solo nelle mani di BIG G, e che finalmente questo monopolio del colosso di Redmond comincia a scricchiolare, proprio grazie all’alternativa fornita da facebook, il luogo in cui gli utenti trascorrono la maggior parte del loro tempo.

Non penso ci sia da dire altro per far capire quanto questo social network possa essere importante per la promozione di una struttura ricettiva, e mi auguro una volta per tutte, di aver contribuito a far cambiare idea anche agli albergatori più scettici.

Per chi volesse vederla in carne ed ossa, o meglio in bit e pixel, ecco il link alla Facebook fan page dell’Hotelito Lupaia

p.s. Se ancora non lo siete, diventate fan di Turismo & Consigli :-)

“Ti è piaciuto questo articolo? Allora cosa aspetti? Iscriviti al nostro feed rss per essere sempre aggiornato sui contenuti pubblicati nel blog Turismo&Consigli. Non sai cos’è un feed? Clicca qui per saperne di più

  • http://Sitoweb malegria

    che dire…..bella!!! veramente ben fatta
    un consiglio se è possibile, io ho fatto una pagina per la mia ragazza http://www.facebook.com/caneegatto ma quando una persona diventa fan il secondo tab esce in basso in una posizione strana mi potresti dare un suggerimento

  • http://www.bookingblog.com Margherita

    Complimenti per l’articolo e soprattutto all’hotel che si è preso la responsabilità di seguire e curare la pagina… ti assicuro che ci sono tantissime strutture che vorrebbero tutto fatto e scodellato e poi, nonostante noi li mettiamo ben in guardia, credono che la pagina FB cresca da sola come gli alberi e non si preoccupano di come starle dietro!
    E non ci sono consigli che tengano… speriamo che cambi la mentalità, noi continuiamo a lavorare per questo :-)

  • http://www.secretkey.it/ Enrico Ferretti

    @malegria: grazie del complimento! Sono andato a vedere la fan page, e a me si visualizza correttamente, forse utilizzi internet explorer? questo browser da spesso problemi di questo tipo.
    @Margherita: e’ sempre un piacere ricevere commenti dallo staff qnt. Hai pienamente ragione, noi web agency possiamo impostare il lavoro, ma se gli albergatori non continuano con le loro gambine, c’è ben poco da fare, la strategia social media va a farsi benedire.

  • http://www.lapetite-maison.it lastminute tour-Hotel bb La Petite Maison

    Salve a tutti, innanzitutto vorrei dire la mia su questo blog:bello. esauriente e soprattutto utile al popolo dei viaggiatori. Poi riguardo l’argomento per il nostro hotel abbiamo cercato anche di targettizzare i nostri fan attraverso i gruppi esistenti!ISocial network, che facilmente ormai si confondono con i social bookmarking, sono realmente la nuova frontiera del business turistico.

  • http://www.secretkey.it/ Enrico Ferretti

    Grazie dei complimenti! La ricerca di gruppi esistenti è molto interessante, posso chiederti come li hai selezionati?

  • http://Sitoweb Giorgio

    Diatriba tra LIke e Share. Io ho scelto Share e comunque un Gruppo piuttosto che la Pagina. Ecco le mie motivazioni:
    1) Chi entra nel mio gruppo può vedere tutti i singoli amici uno per uno. Lo stesso non si può fare con chi ha cliccato Mi piace. Si vedono solo 6 in preview e basta…anche se magari a cliccare su mi piace sono stati in 10.000.
    2) Mi piace proprio per il fatto che è un qualcosa di impulso ha decisamente meno credibilità di un Share. Infatti per lo “Share” occorre una volontà più forte che ne avalla anche la validità
    3) Con un Gruppo posso spedire messaggi simultanei a tutti i membri. Con la Pagina (quella del mi piace per intenderci) non mi risulta sia possibile

    Per questo motivo quando vedo un gruppo so che quei membri si sono iscritti VOLONTARIAMENTE e ci hanno riflettuto prima mentre quando vedo una pagina con 1000 persone che hanno cliccato suu mi piace questo ha una importanza relativa e molto probabilmente dopo 2 mesi non sanno nemmeno più quando e perchè ci hanno cliccato sopra…per quersto la pagina ai mei occhi risulta molto meno affidabile del gruppo.

    Per questo motivo io sono tra coloro che spalleggiano lo SHARE contro il LIKE . Ad oggi ovviamente

  • http://www.secretkey.it/ Enrico Ferretti

    Ciao Giorgio e grazie per il commento! Le tue mi sembrano considerazioni corrette, sicuramente lo share implica una riflessione e una consapevolezza maggiore rispetto al semplice like, però ci sono alcuni svantaggi dei gruppi rispetto alle pagine. La lista comparata la trovi qui: http://www.facebookstrategy.it/articolo/87/Pagina-Vs-Gruppo-nuovo-Vs-Profilo.aspx

  • http://www.casalepraia.it daniele allegra

    Ottima recensione.
    sono proprietario di un Bed & breakfast sito a letojanni, vicino taormina (www.casalepraia.it) e ho da poco creato una pagina su facebook (www.facebook.it/casale.praia), ma dopo aver letto quest’articolo non posso fare a meno che modificarla.

    ciao a tutti

    Allegra Daniele

  • http://www.secretkey.it/ Enrico Ferretti

    Grazie Daniela, a questo punto non mi resta che augurarti buon lavoro!