Quanto conosci il web marketing turistico?

L’idea di questo post nasce dall’osservazione di alcuni atteggiamenti ricorrenti fra gli albergatori e in generale fra gli operatori del settore turistico: si parla spesso di strategie di web marketing, senza conoscere davvero l’argomento e soprattutto senza sapere come valutarne l’efficacia, un po’ come sostenere di conoscere una lingua straniera senza aver mai aperto un vocabolario!

Questo accade sovente perché il web marketing è in continuo mutamento ed è molto difficile stare al passo con tutti gli aggiornamenti per chi fa un altro mestiere ed è già parecchio occupato a gestire un albergo, molto spesso ricoprendo più ruoli.

L’essenziale, per chi gestisce una struttura ricettiva, è essere consapevole dell’insieme di attività riguardanti la presenza online (SEO, SEM, SMM, ecc.), e conoscere alcuni strumenti di misurazione, perché solo possedendo tali competenze di base ci si rende davvero conto dei passi avanti, delle lacune e delle criticità che una strategia di web marketing fa sempre emergere.

Reparto web marketing interno o consulenti esterni? Questo è il dilemma

Gruppi e catene di hotel: se confrontiamo le grandi catene di hotel, rispetto alle strutture indipendenti, ci accorgiamo subito che i gruppi più forti hanno delle risorse interne dedicate al web marketing, con del personale più o meno specializzato che gestisce le campagne pay per click, aggiorna i profili social, verifica la visibilità dell’hotel sui motori di ricerca, monitorizza la reputazione su siti ugc e social network, invia le newsletter, ecc.

Nonostante ciò anche i grandi gruppi si avvalgono di agenzie esterne specializzate, poiché comunque gestire al meglio il web marketing di uno o più hotel è abbastanza complicato e richiede competenze specifiche, oltre ad un aggiornamento costante.

Strutture indipendenti: nel caso di strutture più piccole, tipo agriturismi, b&b, e hotel con un numero limitato di stanze, ci si affida a consulenti esterni per tutto ciò che concerne il web marketing, a parte magari gli aggiornamenti delle tariffe e delle offerte.

In entrambi i casi il punto è: se non si è in grado di leggere un report, di interpretare delle statistiche, di monitorare il lavoro degli altri, come si può capire se una campagna di web marketing sta andando bene o no? Per questo occorre documentarsi e non farsi trovare del tutto impreparati.

Come gestire la propria presenza online

Un tasto dolente è quello della gestione della propria presenza su Internet, poiché su alcuni aspetti non è consigliabile fare le cose per conto proprio, né tantomeno affidarsi interamente a soggetti esterni che non lavorano nel vostro hotel.

I casi più ricorrenti sono sostanzialmente due; il primo vede protagonista l’albergatore tuttofare oppure l’ufficio marketing di turno, che si improvvisa esperto web marketer, delineando strategie completamente sballate che procurano solo danni.

Il caso diametralmente opposto si verifica quando si incarica di tutto un consulente esterno ma poi non si è in grado di valutare il lavoro svolto, essendo privi di termini di paragone, o peggio ancora quando per esempio si delega ad agenzie e consulenti un aspetto così delicato come la presenza sui social media, canali troppo personali che richiedono invece una gestione interna.

Come al solito la soluzione migliore sta nel mezzo.

Fidarsi è bene, ma affidarsi consapevolmente è meglio…

E’ importante capire i propri limiti, delegare a terzi quando necessario e instaurare un rapporto di fiducia con chi gestisce per conto vostro la presenza online della struttura ricettiva.

Anche in questo caso si riscontrano spesso due approcci “estremi” e altrettanto errati: affidarsi ciecamente a qualcuno senza sapere come interverrà a livello di marketing, o al contrario non fidarsi affatto convincendosi che sotto ci sia sempre una fregatura.

Se si ha la consapevolezza degli strumenti che si usano cambia tutto: sarà più facile riconoscere i marketer improvvisati e premiare i professionisti seri, evitando di chiudersi a riccio e magari perdere l’occasione di far crescere il proprio hotel.

Di questi tempi una comunicazione efficace è tutto, conoscere gli strumenti e le strategie di promozione adeguate è il primo passo per raggiungere traguardi importanti, e la conoscenza passa attraverso la formazione, la lettura e l’aggiornamento costante in un settore in grande evoluzione.

Te la senti di partecipare a un quiz?

Come consulente e docente in ambito web marketing, da qualche tempo utilizzo un sistema per capire il livello di preparazione dei miei clienti e studenti, ovvero il quiz a risposta multipla.

L’intento del sondaggio è capire quanto certi concetti siano comprensibili ed effettivamente diffusi. E’ uno strumento utile per avere in pochi secondi il polso della situazione.

Non è un quiz di abilità, bensì un modo divertente per fare luce sui “misteri” del web marketing ed eventualmente correre ai ripari. Cosa aspettate a scoprire se siete dei veri esperti, dei conoscitori della materia, degli apprendisti del web o se al contrario brancolate nel buio?

Mi raccomando sono solo 15 domande, non barate cercando le risposte su google, siate onesti con voi stessi, è solo un gioco! :-)

Aggiornamento: il test si è concluso, il risultato è di 109 partecipanti con livello insufficiente, 27 con livello sufficiente, 15 buono, 3 ottimo!

“Ti è piaciuto questo articolo? Allora cosa aspetti? Iscriviti al nostro feed rss per essere sempre aggiornato sui contenuti pubblicati nel blog Turismo&Consigli, oppure diventa fan sulla nostra pagina facebook!”