Link earning: il giusto approccio per fare SEO al giorno d’oggi

link earning: un giusto approccio verso la SEO

Ultimamene si parla spesso di Google per i suoi continui sforzi nella lotta contro i siti che cercano di scalare il ranking con tecniche poco ortodosse. L’ultimo update di Google chiamato “Penguin” tende nello specifico a colpire proprio quei siti web che hanno un profilo di link basato su campagne di link building maldestre.

Per non incorrere in penalizzazioni o perdite di posizioni bisogna capire un concetto molto semplice:

basta con la link building innaturale, lasciamo spazio alla link earning e alle tecniche per ottenere link in modo naturale, senza forzature.

Certo, a parole è facile, ma in pratica trovare nuovi link tematici e di qualità per molti sembra impossibile.

Sembra impossibile, ma non lo è. Perché ogni giorno migliaia di blog e magazine online pubblicano articoli, e il tuo sito web potrebbe essere inserito in uno di questi post. Ma è necessario lavorare sodo, con impegno, giorno dopo giorno.

Troppo generico come consiglio? Vero, hai ragione. Lavoriamo sul problema specifico e cerchiamo di capire come ottenere nuovi link. Link di buona fattura, che siano realmente utili al tuo progetto e rispettino le regole di Google.

Buona salute

Inizia dalla base. Il tuo sito deve essere in buona salute, deve presentarsi in modo professionale, essere facilmente navigabile e soprattutto deve essere ricco di contenuti di livello. Testi freschi e di qualità sono di grande appeal lato utente e lato motori di ricerca, motivo per cui consiglio a tutti gli albergatori di avere un blog nel sito del loro hotel.

Un blog infatti è uno strumento utile per attirare sia turisti che cercano info su una destinazione, sia per ottenere link spontanei verso i vari post che vengono pubblicati nel tempo. Ad esempio questo blog di un mio cliente www.blogsiena.it nel tempo si è rivelato un’ottima fonte di visite, prenotazioni e ha portato tante citazioni spontanee anche sul fronte social.

Be social

Ci sono delle modifiche che puoi fare sul tuo sito/blog per migliorare la condivisione dei contenuti nelle varie pagine: puoi scegliere, ad esempio, i pulsanti per lo share e puoi valutare forme e dimensioni. Ricorda che anche la posizione è importante!

Migliorare lo share vuol dire permettere ai tuoi visitatori di condividere i contenuti con un click, e questo significa più citazioni e visite. Ma anche maggiori occasioni di raggiungere un pubblico diverso, nuovi blogger e nuovi webmaster disposti a linkarti.

Grandi risorse

Ecco, questo è il cuore della tua strategia per ottenere link. Niente di più, niente di meno: devi regalare grandi risorse, devi fare qualcosa di speciale per i tuoi lettori/visitatori. Ma cosa esattamente?

  • Risorse uniche. Tipo qualcosa da scaricare gratis: una guida o un itinerario sulla destinazione con le cose più belle da vedere, una lista dei migliori ristoranti della zona, insomma un PDF che sia di valore per un turista alla ricerca di informazioni. Tu investi del tempo per realizzare una bella guida in PDF e vedrai che questa risorsa ti premierà con condivisioni e link spontanei. A patto che tu abbia fatto un buon lavoro, ovvio. La riprova di quello che sto dicendo è un mio cliente, l’Hotel Eden in Versilia, che ha realizzato una guida sulla Versilia e ha ottenuto un discreto numero di condivisioni/citazioni. Grazie ad un particolare sistema di mia ideazione per il download del pdf (lo scarichi solo a fronte di uno share social) sono stati raccolti diversi link dai social network. Questi link hanno contribuito a migliorare la link popularity del sito dell’hotel con ottime ripercussioni sul ranking organico complessivo. Anche la pagina stessa in cui si trova la guida si è posizionata in prima pagina su google con parole chiave tipo “guida turistica versilia” o “itinerari turistici forte dei marmi“.
  • Se hai un blog, scrivi articoli non banali. C’è solo un modo per scrivere un articolo non banale: scriverlo in modo diverso da come hanno già fatto i tuoi colleghi. Un’osservazione ovvia, ma non troppo: continuano a fiorire guide o consigli di viaggio inutili e super inflazionati. La soluzione? Interroga Google con lo strumento per le parole chiave, frequenta i forum e le community travel (molto utile il forum di tripadvisor), inserisciti nelle discussioni per capire le reali esigenze degli utenti/turisti che vogliono venire nella tua zona. Poi scrivi e diversificati dagli altri. In poche parole devi diventare un punto di riferimento.

Guest post

Uno dei modi migliori per ottenere link di qualità da risorse vicine al tuo universo professionale è il guest blogging. Ovvero scrivere un articolo da pubblicare per un altro blog.

Il blog che ti ospita può concederti la possibilità di inserire un link al tuo sito, ma tu devi realizzare un post veramente valido. Esatto, devi dare il massimo ancora una volta. Perché solo in questo modo puoi ottenere il benestare dei veri blogger o di quelle piattaforme che fanno davvero la differenza.

Ma il guest post non va fatto solo in ottica acquisizione link. Tu non lavori solo per ricevere un collegamento ma anche per diffondere il tuo brand name, per fare in modo che gli utenti visitino il tuo sito, si iscrivano alla tua newsletter, o magari diventino tuoi fan su Facebook, ecc.

Ad esempio per la Dragonfly Tours una start-up travel che si è affidata alla mia web agency, ho pubblicato un bel guest post dal titolo The top 5 exclusive tours in Italy su uno dei più importanti luxury blog del mondo. Questo post oltre ad avere una valenza SEO per via del link che c’è in firma, ha generato anche visite di utenti profilati poichè i lettori del blog sono in target con il tipo di servizio offerto dal mio cliente.

Per concludere

Duro lavoro, condivisione di qualità, rispetto per i lettori: secondo te questa è una buona strada per ottenere nuovi link? Parliamone insieme: lascia le tue opinioni nei commenti!

Se vuoi maggiori informazioni sull’argomento ti consiglio di leggere anche questo mio articolo dal titolo: Le 10 best practice per fare Link Building” sono sicuro che ti sarà molto utile.

“Ti è piaciuto questo articolo? Allora cosa aspetti? Seguimi su Google Plus per essere sempre aggiornato sui post che pubblico su Turismo&Consigli e altri blog, oppure diventa fan cliccando mi piace sulla pagina facebook ufficiale!”