E’ ufficiale: Mi sono innamorato della Puglia!

pugliaDopo un’indimenticabile vacanza di una settimana appena trascorsa in Puglia, sono a dir poco esaltato, non stò nella pelle, devo assolutamente condividere il mio stato d’animo e quindi non posso esimermi dallo scrivere un bell’articolo sul mio blog.

Per la prima volta spero mi scuserete, se non scriverò a proposito di strategie di marketing, di promozione,  o cose simili, perchè la mia volonta è quella di rendere merito a questa meravigliosa regione della nostra penisola, ma soprattutto ringraziare  i pugliesi, che con la loro ospitalità e cortesia mi hanno fatto sentire a casa, come mai mi era successo prima.

Premetto che avendo parenti pugliesi, da piccolo ero già stato più volte in Puglia, ma non avevo ancora visitato la Valle d’Itria, ovvero la porzione di territorio della Puglia centrale, a cavallo tra le province di Bari, Brindisi e Taranto.

Che dire: Favolosaaaa! Ma andiamo con ordine.

Il soggiorno in Masseria

Per il pernottamento, dopo una lunga ricerca su internet, la mia scelta è ricaduta sulla Masseria Torre Abate Risi, un’antica Masseria Pugliese, che grazie all’attento restauro dei proprietari Dario e Joan, è ritornata agli antichi splendori.

La tenuta situata nella campagna di Fasano è a pochi chilometri dal mare, ed è interamente circondata da meravigliosi ulivi secolari dalle forme bizzarre, un contesto così esclusivo e silenzioso da creare un’atmosfera quasi surreale.

La location è perfetta per visitare le più famose località turistiche della zona, tutte raggiungibili in pochi minuti di automobile.

Le romantiche suite della masseria sono state arredate con grande gusto dai proprietari,  i quali per gli ambienti interni hanno scelto tinte pastello molto calde e rilassanti, stoffe pregiate per sedute e cuscini, ed eleganti mobili  di antiquariato, che insieme a ricercati complementi d’arredo, impreziosiscono ed esaltano l’architettura della masseria.

Masseria Torre Abate Risi Masseria Torre Abate Risi

Il curatissimo giardino della Masseria è ricco di fiori, alberi e piante aromatiche, che sprigionano colori e profumi avvolgenti, passeggiare tra i vialetti  è un vero piacere.

Masseria Torre Abate Risi Masseria Torre Abate Risi

A disposizione degli ospiti c’è anche una bellissima piscina, luogo ideale per rilassarsi prendendo il sole, o leggendo un buon libro, accarezzati dalla brezza del vento pugliese.

Masseria Torre Abate Risi Masseria Torre Abate Risi

Le Località Turistiche

La ricchezza di località turistiche presenti nella Valle d’Itria è incredibile, ci sono paesini e borghi medievali uno più bello dell’altro, densi di storia ed architettura affascinante.

Alberobello è la città dei famosi trulli, unica al mondo, e non a caso dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Passeggiando fra le vie di questo borgo mi è sembrato di essere in una fiaba, se avete dei bambini impazziranno letteralmente.

Alberobello Alberobello

Locorotondo è stato decretato uno dei borghi più belli d’Italia e non è difficile capire il perchè. Durante la mia visita era in corso la manifestazione “Balconi in fiore“, che consiste in una gara fra tutti i cittadini di Locorotondo, per decretare chi ha il balcone fiorito più bello. Io dopo aver girato ogni viuzza ho votato il numero 64!

DSC00389 Locorotondo

Polignano a Mare è una ridente cittadina, arroccata su una costiera rocciosa che affaccia direttamente sul mare cristallino della Puglia. Moltissimi gli scorci panoramici per ammirare  la bellezza del paese da più prospettive.

Polignano a Mare Polignano a Mare

Cisternino è un altro piccolissimo borgo che regala  emozioni e stupore ad ogni angolo del suo centro storico, la cui architettura  è di chiaro stampo medieveale con influenze romaniche. Particolare l’iniziativa “Fornello pronto” durante la quale tutti i macellai del paese diventano ristoranti per i turisti, i quali possono scegliere direttamente al banco frigo la pregiata carne per la cena, che si consuma fra le caratteristiche vie del paese.

Cisternino Cisternino

Ostuni, ovvero la città bianca,  il borgo che mi è piaciuto di più, una vera perla che spicca per il fascino e l’architettura del suo centro storico, fatto di stradine in roccia e casette che sembrano di marzapane. La chiamano la Capri del sud, ed il paragone è azzeccatissimo!

Vista di Ostuni La festa di Sant'Oronzo

Nel centro di Ostuni sono presenti moltissimi ristorantini e locali di una bellezza ed eleganza sconcertante, i turisti hanno solo l’imbarazzo della scelta.

Non posso non citare fra questi La Taverna della Gelosia, uno dei ristoranti più romantici che ho mai visto e nel quale mi sono fatto la migliore cena in territorio pugliese.

Un altro locale che merita di essere ricordato è il Riccardo Caffè, american bar dallo stile unico, ricavato all’interno di una suggestiva grotta in roccia, a dir poco meraviglioso!

Un mare color smeraldo

Che l’Italia abbia un mare pulito per gran parte della propria costa è assodato, ma la Puglia mi ha stupito anche in questo senso e penso che possa essere paragonata tranquillamente alla Sardegna senza sfigurare. La costa è piena di calette ed insenature sia scogliose che sabbiose, che aspettano solo di essere scoperte.

Considerazioni

Parlando con albergatori, ristoratori ed imprenditori locali, ho riscontrato una considerazione comune, riguardo la stagionalità troppo breve del turismo in Puglia. I flussi turistici si concentrano solo nei mesi di luglio ed agosto,  ma la Puglia non è solo mare e sole, è una regione completa sotto ogni punto di vista, che può attirare turismo d’affari, culturale, eno-gastronomico, proprio come la Toscana, che infatti vive di turismo durante tutto l’anno o quasi.

Nel 2008 la Puglia è stata l’unica regione italiana a registrare un incremento del turismo, segnando un + 8 rispetto all’anno precedente, ma il potenziale da sfruttare è enorme e si deve fare meglio. C’è bisogno di investire di più in promozione, soprattutto all’estero, visto che i turisti stranieri rappresentano solo una piccolissima fetta del fatturato, inferiore al10% del totale annuo.

Io nel mio piccolo stò già incominciando a fare del sano passaparola, rivolgendo il messaggio soprattutto verso quegli italiani, i quali quando pensano alla parola vacanza, troppo spesso associano il termine “estero” (io ero uno di questi), senza considerare che rispetto alle mete straniere, l’Italia offre molte alternative migliori, sicuramente più semplici da raggiungere e soprattutto a prezzi decisamente più abbordabili.

“Ti è piaciuto questo articolo? Allora cosa aspetti? Iscriviti al nostro feed rss per essere sempre aggiornato sui contenuti pubblicati nel blog Turismo&Consigli. Non sai cos’è un feed? Clicca qui per saperne di più


Tags