Tripadvisor: ancora polemiche e cause per le recensioni

Tripadvisor continua a far parlare di sé e le polemiche relative alle false recensioni hanno provocato molto fermento anche in Francia.

Anche Oltralpe, infatti, gli albergatori hanno fatto causa a Tripadvisor ed Expedia per “pratiche commerciali scorrette”, tramite il proprio sindacato Synhorcat.

La causa è stata intentata ad aprile 2010 al Tribunale del Commercio di Parigi con parecchie rivendicazioni sulle due compagnie e il sito gemello Hotels.com.

La prossima udienza sarà il 6 luglio 2011, nel frattempo la novità più importante è che il governo francese ha annunciato il suo appoggio alla causa e la volontà di partecipare ai procedimenti legali tramite il Direttorato Generale per la Competizione, i Consumi e la Repressione delle Frodi (DGCCRF).

L’intervento del governo è una mossa senza precedenti e dimostra il livello di deterioramento dei rapporti tra albergatori e Tripadvisor.

Il segretario di stato per il turismo Frédéric Lefebvre ha svolto un’indagine lo scorso febbraio riguardo le tariffe e le disponibilità degli hotel tramite siti di terze parti, e dopo aver consultato i primi dati ha dichiarato di voler supportare l’azione legale di Synhorcat.

Sul fronte Tripadvisor come al solito per ora non vogliono rilasciare dichiarazioni, quindi c’è solo da attendere l’evolversi del processo.

Tripadvisor approva le recensioni dopo una verifica degli albergatori

Allo stesso tempo, però, Tripadvisor sperimenta un nuovo sistema di approvazione delle recensioni degli utenti, ma lo fa tramite un altro sito minore.

Avendo acquistato Holiday Lettings a giugno dell’anno scorso, infatti, ha deciso di implementare un sistema di recensioni su misura.

In altre parole c’è una sola significativa differenza: quando viene inserita una recensione su una casa vacanze (Holiday Lettings infatti include 46.000 case vacanze in 116 paesi del mondo), viene chiesto al relativo proprietario se quell’ospite ha effettivamente soggiornato nella sua struttura.

Solo in seguito alla conferma la recensione sarà visibile online. E’ vero che esistono altri siti che adottano un sistema simile, ma è la prima volta che un portale gestito da Tripadvisor adopera una funzione di questo tipo.

Verrebbe da pensare che forse questo è un segnale di apertura e che la stessa opzione potrebbe essere aggiunta sul sito madre. Invece non sarà così, stando a una dichiarazione ufficiale di Tripadvisor: “Non abbiamo intenzione di cambiare il nostro attuale sistema per gli hotel”.

Un passo avanti e due indietro? Di sicuro la controversa questione della verifica delle recensioni è ancora lontana dal risolversi.

Chissà se anche in Italia prima o poi le istituzioni in ambito turistico decideranno di dare il loro contributo su un tema così delicato… ho miei dubbi!

Articoli correlati

Recensioni online: i migliori siti, portali e community

Tripadvisor: recensioni false, cause in corso e nuovi sviluppi

Intervista esclusiva a Roberto Frua di Tripadvisor

“Ti è piaciuto questo articolo? Allora cosa aspetti? Iscriviti al nostro feed rss per essere sempre aggiornato sui contenuti pubblicati nel blog Turismo&Consigli, oppure diventa fan sulla nostra pagina facebook!”