Come ottenere più visite, contatti e conversioni?

Lo studio HubSpot ROI per il 2011, realizzato da due studenti del MIT e del Babson dell’MBA, ha verificato che il 69% delle aziende intervistate attribuiscono il loro successo nel generare contatti al blogging.

La ricerca segnala anche che il 75% delle imprese considera il SEO il fattore primario.

Al terzo posto i social media con il 47%, il triplo della percentuale della paid search (pay per click e display advertising) che è anche preceduta dalle email.

Di seguito il grafico con le percentuali:

Sull’importanza del Seo sono assolutamente d’accordo e a breve pubblicherò un post al riguardo, mentre rimango perplesso sul fatto che in termini di incremento leads i social media siano più importanti rispetto al pay per click, credo infatti che questa percentuale vari molto da settore a settore e quindi che tale dato vada preso con le molle.

Come interpretare questi dati e cosa fare?

Se il blogging non è ancora un fattore chiave nella vostra strategia di marketing, è arrivato il momento di valutare quanto gli altri canali di marketing vi stanno aiutando a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Qualunque sia la strategia o il canale che funziona peggio e di conseguenza dà meno risultati, mettetelo da parte per cinque mesi e prendetevi del tempo per cominciare a gestire un blog.

Pensate di non essere tagliati per fare blogging? Proviamo!

Provate a fare questo tentativo: scrivete tre domande che i vostri clienti vi hanno fatto nell’ultimo mese o comunque di recente. Poi rispondete ad alta voce a una di queste domande in presenza di un collega o un amico che non conosce bene l’argomento in questione. Dopo aver comunicato verbalmente in modo efficace con il vostro amico, mettete in forma scritta al computer la vostra risposta.

Se dopo aver riletto le risposte, queste vi sembreranno di qualità e potenzialmente utili per arricchire il soggiorno dei vs. ospiti, allora vuol dire che avete le carte in regola per cominciare un bel blog.  Vedrete che in breve tempo facendo le cose per bene, il blogging vi aiuterà ad intercettare utenti generici che ricercano informazioni utili per visitare la vs. destinazione, ma al contempo contribuirà anche a migliorare il posizionamento del vostro sito sui motori di ricerca.

Io stesso posso testimoniare in prima persona la potenza del blogging, poiché grazie ai post che pubblico da quasi 3 anni su Turismo&Consigli, ho potuto dimostrare le mie competenze in ambito turistico e farmi conoscere a livello nazionale, ricevendo di conseguenza contatti e richieste per consulenze, docenze e quant’altro.

In passato avevo già parlato dell’utilità di un corporate blog per fare marketing territoriale e dei molteplici vantaggi e meccanismi che può innescare, citando anche alcuni case histories, relativi a progetti di cui mi sono occupato in prima persona, per cui come vedete non sono il solo a dire che “investire sul  blog marketing è una scelta lungimirante!”

Anche voi volete realizzare un blog professionale? Cliccate qui!

Fonte: Hubspot

Articoli correlati

– Content is kink: i benefici generati dai contenuti di qualità!

“Ti è piaciuto questo articolo? Allora cosa aspetti? Iscriviti al nostro feed rss per essere sempre aggiornato sui contenuti pubblicati nel blog Turismo&Consigli, oppure diventa fan cliccando mi piace sulla nostra pagina facebook!”